Un anno di Manofuori
Un anno di Manofuori

Normalmente non siamo soliti fare discorsoni di Capodanno, oppure il gioco dei buoni propositi.

Ma quest'anno per noi è stato un anno di duro lavoro che ci ha dato anche tante soddisfazioni e quindi più che un discorso vuol essere un ringraziamento alle tante persone che hanno condiviso con noi questi momenti:

La Manofuori Cup, nella sua stagione dei record, con 43 squadre nella zona Cagliari e 6 nella zona nordest, con la prima doppia finale regionale e con la festa di fine anno forse più bella di sempre, con la grigliatona per oltre 400 persone che ci hanno accompagnato.

San Teodoro 2016 che, nonostante le difficoltà di una stagione del beach nazionale problematica, si è confermata una grande festa del Beach Volley, grazie alla collaborazione con la BVU e la Lega, la Fipav e il gruppo Noestiscettiagiogai che ormai è da considerarsi il top a livello organizzativo nazionale.

I tornei all'Area Beach, con la partecipazione numerosissima di atleti di tutti i livelli, dove l'obiettivo principale di tutti era stare assieme e divertirsi e i sorrisi di tutti l'hanno testimoniato.

Bper Beach Volley Italia Tour a Cagliari, con 8 campi divisi tra torneo pro e amatoriale, dove siamo riusciti a riportare all'Iguana un evento che non si vedeva da molto tempo e abbiamo avuto anche l'onore della partecipazione di quelli che poi sono diventati i Campioni d'Italia, Marco Caminati ed Enrico Rossi.

I gruppi d'allenamento amatori, perché si può iniziare ed imparare a giocare a tutte le età. Siete il nostro orgoglio.

E poi, il piacere di far appassionare ogni anno tanta nuova gente alla pallavolo, persone che non hanno mai giocato, persone che avevano smesso e riprendono sia tra gli amatori che in Fipav, persone che diventano arbitri, allenatori, dirigenti, maestri di beach, sponsor, genitori che prima lanciavano i figli in palestra e andavano al centro commerciale che ora invece hanno la pallavolo come passione principale.

Per fare tutto questo ci vuole passione, e questa ce l'abbiamo.

Ma ci vuole anche energia, tanta energia. E questa ce la danno le persone che sono Manofuori assieme a noi.

Grazie per il meraviglioso 2016 e Buon Magnifico 2017.